Leggi la nostra storia sul libro "La scienza delle organizzazioni positive"


Le autrici, Veruska Gennari e Daniela Di Ciaccio hanno deciso di raccontare la storia di ChimicaZero nel loro libro la Scienza delle Organizzazioni Positive dopo aver assaporato la nostra essenza all’interno del nostro loft di Bologna. La piacevole esperienza di benessere le ha portate a menzionarci come esempio pratico di un’idea etica e consapevole.
All’interno del libro vengono raccontate storie di chi, come Francesca Ventura Founder di ChimicaZero, sfida il modello organizzativo convenzionale, il sistema di valori, i principi e le credenze su cui oggi la maggior parte dei leader fonda il proprio approccio lavorativo, per dimostrare che un nuovo modo di fare impresa, scuola, informazione e amministrazione esiste già nel nostro Paese.
Secondo le autrici infatti, “ChimicaZero può essere di ispirazione per tutti, racconta il modo in cui un mal di pancia può trasformarsi in energia creativa e in profitto. È un lavoro che parte dall’individuo e arriva a tutti.
Francesca ha immaginato un percorso e lo ha realizzato partendo da ciò che già sapeva fare, a riprova del fatto che non dobbiamo necessariamente sempre pensare che cambiare voglia dire gettar via quello che
abbiamo fatto finora, il bilinguismo è assolutamente possibile”.
“Questo libro focalizza l’attenzione su un nuovo modo possibile di creare una società sostenibile per il prossimo futuro, sia in termini ecologici sia in termini socio-culturali. Stimolare la riflessione su nuovi parametri è necessario e portare casi di successo è fondamentale per motivare la massa critica a un cambiamento positivo. La mentalità (e l’informazione) generale tendono a farci credere che una società più giusta e felice sia un’utopia, quando in realtà la maggior parte del mondo socio-economico in cui ci muoviamo è solo una convenzione e, come tale, può essere modificato se un numero sufficiente di perone
e di organizzazioni dimostrano che è possibile un altro paradigma” dalla prefazione del libro – Francesca Ventura.

 

Hai qualche domanda o curiosità ? Contattaci